Leggiamo Marko Sosič

2021-03-31

Osservatore acuto, anticipatore e sperimentatore, intellettuale libero che Trieste ha avuto il privilegio di avere ed osservare, creatore di ponti tra culture e costruttore di dialogo, Marko Sosič si è sempre proiettato nella dimensione internazionale, si è fatto interprete delle diverse anime della città cogliendo la complessità dell’identità di frontiera come occasione per un impegno multiculturale nel segno del dialogo tra sloveni e italiani, ma anche nella capacità di tessere con intelligenza e integrità umanistica proficue collaborazioni volte ad unire e valorizzare le diverse culture e lingue dell'area adriatica. 

 

All’iniziativa culturale dedicata a Marko Sosič parteciperanno come relatori Miran Košuta, professore titolare della cattedra di lingua e letteratura slovena presso l'Università degli Studi di Trieste, che parlerà delle opere dell’autore in generale, tra cui di quelle non ancora tradotte in italiano, Cristina Benussi, professore ordinario di letteratura italiana contemporanea dell’Università degli Studi di Trieste, che parlerà del suo romanzo breve Ballerina ballerina, Sabrina Morena, regista e curatrice del Festival S/paesati, che parlerà del proprio rapporto umano e professionale con l’autore. Seguirà l’intervento di Lina Morselli, segretaria del Pen Club Trieste e responsabile del Pen Lettori – che parlerà del ruolo di Marko Sosič per il pubblico italiano nel contesto del teatro sloveno. 

 

Gli interventi dei relatori saranno inframmezzati da alcune letture bilingui proposte dal gruppo di lettori "Leggiamo Marko Sosič",